CHI SIAMO

Il primo embrione dei Gruppi Regionali nasce nell’Assemblea del Club Magico Italiano del 5/9/1954, in quella occasione vengono nominati alcuni “fiduciari di zona”. A Giampaolo Zelli è affidato l’incarico di fiduciario di zona per Roma.

L’ufficializzazione del Gruppo Regionale Romano avviene il 22/9/1957 quando Zelli, in occasione della presenza a Roma del grande prestigiatore americano Milbourne Christopher, riunisce nella sua casa, Arsenio, Desideri, Iraci, Mornati, Raimondi, Riccardi, Sbardella e Strauss.

Zelli è dunque il primo delegato regionale e con la sua competenza diviene il principale animatore e propulsore del Gruppo Romano. Nel primo periodo le riunioni dei pochi soci avvengono con cadenze molto irregolari (la famosa pizzeria “Scoglio di Frisio”). Successivamente Zelli apre il suo salotto e la sua biblioteca, e le riunioni acquistano un contenuto tecnico sempre più rilevante. Anche il Dr. Strauss mette a disposizione la sua casa e gli incontri cominciano ad avere una certa regolarità. Il gruppo si rafforza notevolmente ed assume un ruolo di primaria importanza nell’ambito del CMI (in questo periodo ben cinque esponenti del gruppo fanno parte del Consiglio Direttivo del Club).

Nel 1969 Vinicio Raimondi subentra come delegato a Zelli, Raimondi si avvale della collaborazione di Alfredo Cherubini.

Nel 1974 Raimondi passa il testimone a Cherubini che continua brillantemente l’opera di organizzazione e promozione del Gruppo. Fra le tante iniziative di questo periodo ricordiamo un incontro con i più noti prestigiatori romani che si realizza in una simpatica serie dal titolo “Come hanno incominciato”.

Alle colonne portanti “storiche” del Gruppo, di cui già si è detto, si affiancano Pizzuti, Cippitelli, Morelli e Silvan , che sempre più frequentemente partecipa alle riunioni determinando con la sua presenza carismatica, una notevole crescita di interesse e di partecipazione.

Con la morte dell’Ing. Iraci (1985) il Gruppo, per iniziativa del nuovo Delegato Lamberto Desideri (eletto nel 1984), prende l’attuale denominazione: Gruppo Regionale Lazio “PIETRO IRACI”.

Ha inizio il periodo più felice dal punto di vista organizzativo: si realizzano iniziative formative, culturali e di spettacolo.

Nel 1986 viene a mancare Vittorio Arsenio, si decide di istituire in sua memoria il “Trofeo ARSENIO”. Questa manifestazione diviene rapidamente un appuntamento di grande prestigio anche a livello nazionale.

Nel 1990, con l’elezione di Franco Silvi a nuovo Delegato Regionale, si inaugura una attività ancora più incisiva, volta all’innalzamento del livello di formazione dei nuovi soci ed alla promozione del Gruppo in campo nazionale.

I primi traguardi della nuova gestione parlano da soli: il trofeo Arsenio riporta un successo organizzativo e di partecipazione a tutti i livelli.